Unicredit: siglato accordo su riorganizzazione.

Firmato accordo in Unicredit con il quale le parti sociali intendono dare risposte alla vertenza aperta dalle OO.SS rispetto ai temi di carenza di organico nella rete, pressioni commerciali, formazione a sostegno della riqualificazione e premio di produttività.

Si prevede l’anticipo di una parte delle assunzioni previste entro il 31 marzo nonché l’assunzione stabile di circa 550 nuovi giovani a fronte di uguali uscite con la protezione degli strumenti di settore.

In particolare si è convenuto un percorso congiunto di trasposizione in Italia degli impegni assunti congiuntamente nel Cae sulla conciliazione di tempi di vita e di lavoro che contiene molti elementi innovativi come il diritto alla disconnessione e la banca del tempo.

Risultato storico per la CGIL e per il paese aver ottenuto l’impegno di Unicredit alla reinternalizzazione delle attività di amministrazione del personale, scorporate nel 2012, con relativo rientro dei lavoratori in Unicredit.

Tale risultato straordinario si è ottenuto grazie alla dedizione dei sindacati dei lavoratori dell’azienda, di Ubis e di Unicredit che non hanno mai mollato l’obbiettivo. Si conferma l’importanza nel nostro settore di relazioni industriali che producono buoni accordi che migliorano la vita dei lavoratori e rendono l’azienda più sostenibile e competitiva.