NBM: accordo su fondo esuberi, part time

Un accordo complesso che è parte del ampio e articolato percorso di entrata delle Good Banks nel Gruppo UBI.

La trattativa si è svolta in parallelo ai tavoli delle altre 2 banche (Nuove Etruria e Chieti); il buon risultato finale è frutto di un lavoro collettivo della delegazione trattante, della Fisac Cgil ai livelli Regionale e Nazionale e della Sinergia con le Segreterie di Arezzo e Chieti. L ultimo accordo nel nostro Gruppo è un ponte che insieme agli altri 2 porterà le nostre 3 Banche all interno del Gruppo UBI.

L’insieme dell accordo riguarda molti argomenti, tra i quali citiamo:

Utilizzo volontario del cd Fondo Esuberi per 270 Lavoratrici e Lavoratori, realizzato con un equilibrio, anche innovativo, di incentivazioni, agevolazioni e deterrenze, da rilevare la destinazione a favore dei lavoratori NBM degli eventuali benefici derivanti dalla legge di stabilità e da eventuali riscatti laurea;
Allargamento consistente della possibilità di usufruire del Part Time con giusta attenzione alle distanze e particolari verso le grandi piazze quali Roma;
Razionalizzazione dell uso di Ferie, ex Festività, Banca Ore e Straordinario per consentirne una ordinata azione di scarico giacenze e fruizione
Il capitolo Giornate di Solidarietà prevede una base minima fissa per il 2017 di 5 giornate (6 per i dirigenti) con possibilità di richiesta ulteriore volontaria; tale opzione va incontro alle esigenze di cura della famiglia e personali delle lavoratrici e dei lavoratori
Massima Attenzione alla Formazione, Salvaguardia Professionale e Mobilità Territoriale.
Il tutto in un quadro di relazioni industriali continuo, dinamico e positivo

Ma non esaurisce i contenuti dell’intesa. Ne dovremo approfondire e poi gestire insieme ogni passaggio. Abbiamo dimostrato di essere una compagine aziendale matura, ricca di lavoratrici e lavoratori preparati e attenti. Il processo di integrazione dovrà renderne conto: professionalità e condizioni di lavoro non sono una variabile indipendente.

Ora starà a tutti noi presidiare le fasi successive, dalla mobilità territoriale alle riorganizzazioni e ristrutturazioni. Alle istituzioni, all’ acquirente, alla nostra Banca diciamo tutti assieme: Noi ci siamo.

Jesi, lì 8 Aprile 2017

Fisac Cgil Nazionale, Regionale e Aziendale NBM