Gruppo Unipol: Cia di Gruppo ….. di male in peggio!

Nelle giornate del 16 e 17 febbraio si è conclusa l’ultima fase di questa tornata di trattativa per il CIA di Gruppo affrontando la Parte Economica e la Reperibilità IT.
Anche su questi argomenti l’impostazione Aziendale è stata deludente e tesa a proporre una sua visione in totale contrapposizione con la Piattaforma Sindacale.
Nel dettaglio l’Azienda propone quanto segue.

  • La graduale parificazione dell’importo del Buono Pasto per tutti i lavoratori del Gruppo lasciandolo di fatto invariato rispetto all’attuale controvalore di € 8,20 CIA Unipol. Tale parificazione, che verrebbe realizzata soltanto nel 2018, risulta insoddisfacente anche alla luce della sanatoria per i dipendenti operanti in Zona Fiera di Bologna (€ 3,80) per i quali l’Azienda aveva assunto il preciso impegno di un immediato adeguamento. Annullamento di tutte le Una Tantum in vigore.
  • La regolamentazione delle trasferte con un sostanziale peggioramento di quanto attualmente previsto.
  • L’azzeramento delle classi di anzianità previste per il PAP e il PAV, caso unico in tutto il Settore assicurativo: aspetto ancora più grave in relazione all’attacco sferrato da ANIA al nostro CCNL! Abolizione del consolidamento del PAV.

Per i lavoratori dei Call Center non è emersa alcuna volontà di parificazione al terzo livello (proposta dal Sindacato per tutti i colleghi delle Centrali).

Tra l’altro gli “incrementi” proposti a partire dal 2016 sono irrisori: meno di 28 euro lordi al mese per un 4 livello full time e soltanto a regime nel 2018.

“Naturalmente” non è previsto il riconoscimento degli arretrati!

  • La cancellazione delle chiusure aziendali per il 24 e 31 dicembre con l’imposizione di un riconoscimento economico per giunta inadeguato.
  • L’ampliamento delle fasce orarie di reperibilità per i lavoratori operanti nell’IT non rispondenti alle reali esigenze aziendali di servizio.

Come Organizzazioni Sindacali esprimiamo un giudizio fortemente critico sulle proposte dell’Azienda sulle tematiche affrontate in tutti gli incontri fin qui effettuati.

Permanendo significative distanze tra le Parti abbiamo ritenuto necessario un incontro di verifica e chiarimento con la Direzione del Personale circa l’esistenza delle condizioni atte a consentire un fruttuoso prosieguo di una reale trattativa. L’incontro si terrà martedì 1 marzo p.v.

Riteniamo che ciò debba avvenire con senso di responsabilità, in un contesto di equilibrio generale, nel rispetto di tutti i lavoratori che quotidianamente garantiscono il successo del Gruppo in un mercato sempre più competitivo.

Coordinamenti Gruppo Unipol