Riscossione: rinviato lo sciopero del 20 ottobre

La Commissione Nazionale di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ha inviato alle Segreterie nazionali un fermo “invito” a revocare lo sciopero proclamato per la giornata del 20 ottobre prossimo. Per la prima volta il nostro settore viene assimilato “ai servizi pubblici essenziali”: peccato che solo il Governo nei suoi reiterati annunci sulla chiusura di Equitalia non ritenga quello della riscossione un servizio pubblico di primario interesse nazionale. Sapevano e sappiamo che si tratta di una battaglia lunga e densa di ostacoli. Siamo convinti della bontà  delle nostre ragioni ed andremo avanti con convinzione, mettendo fin da subito in cantiere anche altre iniziative a difesa della categoria.

Intanto, il meccanismo di propaganda predisposto da Renzi comincia ad incepparsi ed emerge sempre più la realtà nuda e cruda, anche su Equitalia.

Un recente sondaggio sulla decisione di far assorbire Equitalia dall’Agenzia delle Entrate, dimostra che solo il 26% degli intervistati ritiene si tratti di una misura utile, mentre il 51% la ritiene una misura di facciata e per il 12% è un regalo agli evasori.

Inoltre, dopo le critiche già espresse dal Prof. Vincenzo Visco e dalla Segretaria CGIL Susanna Camusso, si sono aggiunte recentemente quelle del giornalista Marco Travaglio e del Professor Mario Monti (LA7, Ottoemezzo, 18/10/2016).